SporTrentino.it
Serie C1

Mosaico e Febbre Gialla ok, Sordo lascia la guida del Trento

Che per la promozione in serie B sia ormai una lotta a due, tutta di marca bolzanina, è ormai un dato di fatto. Lo dice la classifica e lo dicono i risultati delle pretendenti al titolo. Nella terza giornata del girone di ritorno c’è stato un nuovo botta e risposta tra Mosaico e Febbre Gialla, che non hanno però avuto facile nei rispettivi incontri. E proprio qui sta il punto: i due club del capoluogo altoatesino hanno dimostrato di saper vincere anche quando c’è da soffrire, cosa non sempre riuscita alle inseguitrici, che hanno perso ulteriore terreno.

La Febbre Gialla, vittoriosa a Levico
La Febbre Gialla, vittoriosa a Levico

Il Mosaico ha superato 4-2 nel derby lo Jugend Neugries, a cui non sono bastate la carica agonistica e i gol di Pellegrinon e Romeo per frenare la corsa della capolista, vittoriosa grazie alla doppietta di Bajdar (5 reti nelle ultime tre giornate) e alle marcature di Basso e Veronese.
Più sofferto, anche se mai di fatto in discussione, il successo della Febbre Gialla sul campo del Levico Terme, che in apertura di ripresa è riuscito a portarsi dal 2-6 al 5-6. I gialloneri bolzanini hanno però trovato una pronta replica, aggrappandosi al talento, all’esperienza e alla garanzia realizzativa dei propri giocatori di maggiore qualità ed esperienza, leggasi Matteo Crepaldi e Mirko Sommacampagna, autori di 4 e 2 reti.
I valsuganotti sono comunque usciti tra gli applausi, a segno 9 volte con Azizi (2), Passamani (2), Selmani (2), D’Angiò, Djaferi e Shehu. A fissare il punteggio sul definitivo 9-11 sono stati De Sarro (2), Perini (2) e Parolin.

Colpo esterno per Imperial Grumo e Pineta

L’Imperial Grumo si è confermato una delle squadre del momento e sul campo del Fraveggio ha centrato la quarta vittoria negli ultimi cinque incontri, risollevando le sorti di un torneo che sembrava essere nato sotto una cattiva stella. L’estro di Cattani (tripletta) e il mancino di Borz (doppietta) hanno condannato la squadra di Vezzano, superato 8-4. Gli altri tre gol dei rotaliani hanno portato la firma di Fontanari, Melchiori e Petrilli, mentre per la formazione della Valle dei Laghi – priva del portiere titolare Stefano Micheletti - sono andati a segno Chistè, Giacomo Gasperetti, Marasciulo e Nones.
Il Fraveggio ha comunque mantenuto il terzo posto in classifica in coabitazione con il Trento, complice la sconfitta del Futsal Fiemme. I ragazzi allenati da mister Strazzeri (in gol due volte con Dallavalle e poi con Gianmoena e Vanzo) sono stati battuti in rimonta dal Pineta, che si è imposto con il punteggio di 5-4 grazie alla doppia di Candioli e alle marcature di Ioris e Morzenti. I fiemmesi torneranno in campo martedì a Vezzano per disputare il secondo tempo del match sospeso (sul 4-1 in favore di Vanzo e compagni) il 13 dicembre scorso.

Sorride il Mezzolombardo, pari tra Aquila e Comano

Dopo i due successi incassati nelle prime due giornate della fase discendente del torneo, il Mezzolombardo è tornato alla vittoria e lo ha fatto vincendo la battaglia sportiva andata in scena sul campo dell’Istituto Martini. Dall’altra parte del campo c’era l’Altopiano Paganella, che ha incassato la sesta sconfitta di misura in stagione, maturata per effetto dei gol di Donati, Loner, Luchin, Malfatti, Pangrazzi, Ravelli e Terracciano.
Detto del successo del Calcio Bleggio sul Brentonico nell’anticipo di giovedì sera, l’altro scontro salvezza tra Aquila Rovereto e Comano Fiavé si è chiuso sul 3-3, con i giudicariesi Festi, Mele e Daniele Zambanini che hanno replicato a Doda, Luan Guri e Hodo.

Mister Sordo lascia la guida della 1ª squadra del Trento
Il Trento non è sceso in campo nell’ultimo turno del mese di gennaio, chiamato a osservare il turno di riposo imposto dal calendario. In settimana, però, c’è stato uno scossone in casa gialloblù: mister Filippo Sordo, infatti, ha lasciato la guida della prima squadra, che con la sconfitta patita nella seconda giornata del girone di ritorno (8-6 sul campo del Pineta) è uscito definitivamente dalla lotta per il titolo e la promozione in serie B.

L'allenatore trentino Filippo Sordo
L'allenatore trentino Filippo Sordo

La decisione dell’allenatore degli aquilotti non è però legata esclusivamente ai risultati. Sordo, che si è comunque preso la soddisfazione di vincere la Coppa Italia regionale battendo in finale il Mosaico, rimarrà infatti nell’organico dello staff tecnico del Trento e darà il proprio supporto alla causa della formazione under 19, attualmente quarta nel campionato di categoria.

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,141 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video