Serie C1
sabato 8 febbraio 2020
CALCIO A CINQUE
Bolzanine a vele spiegate, al Comano il «derby delle terme»
di Luca Franchini

Altra giornata e altro botta e risposta tra Mosaico e Febbre Gialla, che superano di slancio le rispettive avversarie e si confermano al primo e secondo posto della classifica, sempre staccate di 2 punti. Sul terzo gradino del podio ci sono Fraveggio (vittorioso a Brentonico) e Trento (successo casalingo con il Calcio Bleggio), che superano il Futsal Fiemme.

Il Mosaico può esultare, battuto anche il Fiemme
Il Mosaico può esultare, battuto anche il Fiemme

Mosaico e Febbre Gialla sul velluto


La capolista Mosaico risolve con un agevole 5-1 la pratica Mezzolombardo, andando a segno con Bajdar, Patuzzi, Pizzardi, Stellato e Zubba. Nulla da fare per i rotaliani, che già erano chiamati all’impresa: come se non bastasse, la squadra di mister Luca Ghezzer ha dovuto fare i conti con l’influenza che ha colpito alcuni dei suoi giocatori, costretti al forfait. L’impresa, a quel punto, si è trasformata in “mission impossibile”, con Agostini autore del gol della bandiera.
Ben più arduo era il compito che attendeva la Febbre Gialla, opposta al Futsal Fiemme: i fiemmesi, a dispetto di quanto suggerito dal punteggio, sono riusciti a tener testa per buona parte del match alla quotata formazione bolzanina, che nella seconda parte della sfida ha dilagato, fino al 7-2 finale. I gialloneri hanno trovato ancora una volta in Matteo Crepaldi il proprio trascinatore, autore di una doppietta, mentre le altre cinque reti hanno portato la firma di Thomas Crepaldi, Frangipani, Lazzarini, Perini e Polinetti. Gianmoena e Sonato hanno realizzato le due marcature della squadra ospite, per il momentaneo 2-1 e 3-2.

Trento e Fraveggio a braccetto al 3° posto


Dopo aver osservato il turno di riposo, il Trento è tornato a giocare (e a vincere): i gialloblù, che ormai pagano un ritardo di 15 punti dalla vetta, sono comunque chiamati a onorare un torneo che li voleva grandi protagonisti, con l’obiettivo di provare a prendersi una soddisfazione nella fase nazionale di Coppa Italia, dopo aver vinto il trofeo regionale.
La squadra di “patron” Pietro Panteca, che per la prima volta in stagione non è stata diretta dalla panchina da Filippo Sordo (il tecnico ha abbandonato la guida della prima squadra), ha superato 7-5 un coriaceo Calcio Bleggio, in gol con Salizzoni (2), Beatrici, Cherotti e Malacarne. A regalare i 3 punti al Trento ci hanno pensato Wegher (doppietta), Hanini, Iancu, Jaouhari, Nuri e Scaduto.
È tornato alla vittoria anche il Fraveggio, che ha acutizzato la crisi del fanalino di coda Brentonico, battuto 5-2 per effetto dei gol delle doppiette di Simone Roberti e Omar Mastroiacovo e del gol di Giorgio Gasperetti. Per la formazione di casa reti di Mazzurana e Rabini.

RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICA

Punti pesanti per Comano, Paganella e Imperial Grumo


Comano Terme Fiavé, Altopiano Paganella e Imperial Grumo hanno sfruttato il fattore campo nei rispettivi incontri di giornata e hanno conquistato punti di fondamentale importanza per la corsa alla salvezza. L’Imperial, che sta vivendo un vero e proprio “magic moment”, ha centrato la terza affermazione consecutiva: dopo aver sconfitto Calcio Bleggio e Fraveggio, la squadra di San Michele all’Adige ha centrato la terza affermazione consecutiva, battendo con il punteggio di 5-2 lo Jugend Neugries grazie alla “doppia” di Errico Aversano e alle marcature di Borz, Fontanari e Melchiori. Per i bolzanini reti di Bazzanella e Codogno.
È tornato a sorridere anche il Comano Terme Fiavé, che ha conquistato un successo di fondamentale importanza nel non facile confronto con il Levico Terme, al quarto stop consecutivo: a regalare i 3 punti ai giudicariesi, con i loro gol, ci hanno pensato Mele (3), Manuel Zambanini (2), Festi, Hoxha, Rossi, Todeschini, Vaia e Daniele Zambanini. La sfida si è chiusa sul punteggio di 11-8, con Girardi (3), Shehu (3), Azizi e D’Angiò autori delle reti del team valsuganotto.
Applausi e punti pesanti, infine, per l’Altopiano Paganella, che ha vinto la sfida a suon di gol con l’Aquila Rovereto: a Fai il match si chiuso sul 10-8, con il cannoniere della squadra Luca Tansella (poker di reti) nei panni di man of the match. A completare l’opera ci anno pensato Lemeti (tripletta), Fellin (2) e Romeri, a rendere vane le marcature di Doda (3), Shala (2), Hebovija, Hodo e Xoxha.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri