Serie B
lunedì 5 novembre 2007
CALCIO A CINQUE
Bubi beffato nel finale

In un Palamainardo ormai sempre più gremito (oltre 300 spettatori), il BUBI si prende applausi e complimenti, anche se è il Verona ad andare a casa con i tre punti.
Alle assenze pesanti di Tschurtschenthaler, Sommacampagna, Da Silva e Marino, si aggiunge quella dell'ultima ora di Romanelli (distacco osseo all'avambraccio sinistro, si attende il responso della TAC). Per contro esordisce in questa stagione Beppe Malandrino, che contribuirà a dare man forte alla squadra nei momenti importanti della gara.
Pronti-via e nei primi minuti è soprattutto il BUBI a rendersi pericoloso dalle parti di Fumarola con David Di Muccio e Luiz Passanezi. Momo compie la prima parata su un tiro dalla distanza di Skurko, ma i primi dieci minuti di gioco sono soprattutto molto tattici da ambedue le parti. Benazzi riceve da Bagalà e impegna al volo il portiere, mentre dall'altra parte è Straliote a mettersi in evidenza impegnando Momo. Ancora il portierone giallorosso è bravo a dire di no a Lamanna, ma la conclusione più pericolosa della prima frazione è di Benazzi che, servito da Parolin, spara al volo da posizione defilata costringendo Fumarola ad un bell'intervento proprio due secondi prima del suono della sirena.
Ripresa ed è di nuovo BUBI: prima Eller calcia fuori da 8 metri, poi una punizione di Passanezi viene deviata in corner dal portiere. Ma, allo 0'54", Fedele porta in vantaggio i suoi superando Momo e rendendo inutile un miracolo del portierone meranese. I giallorossi però continuano nella loro gara intelligente e determinata, portando due volte al tiro Di Muccio neutralizzato in entrambe le occasioni dal numero 1 ospite. Dopo un palo colto da Straliote, Momo compie due autentiche prodezze su conclusioni ravvicinate di Fedele. Un intervento di Fumarola su conclusione di Sanfelici è il prologo al raddoppio veronese con Lamanna che, in mezzo a tre giallorossi, trova lo spazio per battere Momo in controtempo. E' il 14'14", ma appena 12 secondi più tardi Andrea Sanfelici insacca la palla dell'1-2 su invito di Di Muccio. Il BUBI ora ci crede, spinto anche dal numeroso pubblico, mentre gli scaligeri arretrano il baricentro, anche per la pressione dei ragazzi di Vanin che utilizzano a sprazzi Momo come quinto uomo di movimento. Si arriva così all'ultimo minuto di gioco, quando i giallorossi liberano David Di Muccio che conclude a botta sicura: si urla già al gol, ma il portiere veronese vola a deviare miracolosamente in corner. Da lì una ripartenza con il BUBI sbilanciato porta Skurko a mettere dentro la sfera dell'1-3 al 19'18". Ultima emozione dell'incontro un tiro libero calciato a lato da Di Muccio al 19'34".
Altro grande match della formazione di Vanin, che però rimane con un pugno di mosche. Ma restano il valore della prestazione e la ormai consolidata convinzione nei propri mezzi. Ora l'obiettivo è preparare bene la trasferta di sabato prossimo a Firenze contro l'Isolotto, con tutta la determinazione che fa ormai parte di questa squadra.

BUBI: Momo, Trunzo, Benazzi, Bagalà, Eller, Di Muccio, Parolin, Sanfelici, Passanezi, Malandrino, Carati, Schwalt.

VERONA: Fumarola, Fedele, Signanini, Moris, Mattei, Lamanna, Skurko, Straliote, Ennahar, Mantovani, Peron, Sarcina.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.

Inserire almeno 4 caratteri