Serie C1
sabato 6 maggio 2017
CALCIO A CINQUE
L'Olympia Rovereto vola in serie B

L'Olympia vince lo spareggio di stretta misura sul Sacco San Giorgio e conquista campionato di C1 e promozione nella B del calcio a cinque nazionale. Spareggio equilibrato, giocato in un palasport strapieno (per quello che può contenere) e deciso, probabilmente, dai portieri. Decisvo l'errore del portiere Ceschini sul gol di Calabrò in avvio di ripresa che, alla fine sarà decisivo, così come dalla parte opposta Tita che, all'ultimo respiro, entra in campo sul tiro libero di Setti al posto di Perottoni e mette la firma pesante per evitare i supplementari. Partita equilibrata, come ci si poteva aspettare, con ritmi decisamente bassi nella prima frazione probabilmente per troppa paura, su ambo i lati, di offrire il fianco agli avversari. L'Olympia parte con Perottoni fra i pali più Civettini, Zanini, Bazzanella e Travaglia di movimento; dalla parte opposta Togni è il portiere con Setti, Cumer, Manica e Zamboni a completare il quintetto. Primi minuti senza particolari emozioni con Stoffella a creare la prima occasione rubando palla a Travaglia, ma spedendo poi a lato. Sull'azione successiva passa l'Olympia: Bazzanella affonda sulla destra e mette sul secondo palo dove Sartori è puntuale per il tocco vincente. Passano quattro minuti e il Sacco San Giorgio pareggia: punizione di Peroni, probabilmente deviata, che supera Perottoni e s'insacca in rete. Poco dopo Togni disinnesca una conclusione di Civettini, mentre al 20' Travaglia salva su iniziativa di Manica. Nel finale di tempo prima Zanini e poi Calabrò si rendono pericolosi senza però trovare la porta. Inizia la ripresa con Ceschini fra i pali nel team di Gerola. Parte bene il Sacco S.Giorgio con Perottoni decisivo prima su Cumer, liberatosi sulla sinistra e poi su Manica su colpo di tacco ravvicinato. Al 6' Ceschini mura un tentativo di Pedrini, ma poi capitola su conclusione rasoterra di Calabrò che passa fra mani e gambe del portiere del Sacco S. Giorgio. La gara si accende: Pedrini prima e Cumer poi vengono ammoniti. Manica non riesce a superare Perottoni su contropiede orchestrato con Cumer e quest'ultimo al 20' busca il secondo giallo trattenendo un avversario per la maglia. I due minuti in inferiorità numerica non sortiscono alcunché e al 26' Bazzanella viene fermato al limite dopo una brillante azione personale. Allo scadere arriva il sesto fallo dell'Olympia: Setti ha sul piede il pallone dei supplementari, ma Tita (appena entrato) dice di no e la festa per i 21 anni dell'Olympia può iniziare. Per il Sacco S.Giorgio si aprono invece le porte dei playoff interregionali con Rimini (già sabato prossimo) in casa e Mantova in trasferta.

OLYMPIA ROVERETO-SACCO S.GIORGIO 2-1
RETI: 8' pt Sartori (O), 12' pt Peroni (S); 7' st Calabrò (O) OLYMPIA ROVERETO: Perottoni (Tita), Colombo, Stedile, Civettini, Calabrò, Zanini, Pedrini, Travaglia, Lovisi, Sartori, Bazzanella. All. Simoncelli (Sordo squalificato).
SACCO SAN GIORGIO: Togni (Ceschini), Gbagnon, Zamboni, Raffaelli, Peroni, Setti, Boscherini, Cumer, Stoffella, Manica, Rocco. All. Gerola.
ARBITRI: Frisanco di Trento e Saggese di Rovereto.
NOTE: spettatori 300 circa; espulso Cumer (S) al 20' st per doppia ammonizione, ammonito Pedrini (O). Falli pt O 5 S 1; st O 6, S 4. Tiri liberi pt nessuno, st S 0/1

La punizione di Peroni pareggia i conti
La punizione di Peroni pareggia i conti

Mirko Bazzanella, bomber del campionato, oggi assist man
Mirko Bazzanella, bomber del campionato, oggi assist man

Foto di Michele Gretter

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,5 sec.

Inserire almeno 4 caratteri