Rappresentative
lunedì 29 aprile 2019
CALCIO A CINQUE
TDR19 - Trento rimane sui blocchi

Prima giornata al Torneo delle Regioni di calcio a cinque in Basilicata; per il Comitato Autonomo di Trento partenza falsa con tre sconfitte: Giovanissimi contro la Calabria, Femminile e Juniores con la Puglia; gli Allievi iniziano domani. Tutte le quattro formazioni se la vedranno con la corazzata Lazio in diretta su calcio a 5 live

GIOVANISSIMI


Primi minuti di gioco che vedono la Calabria maggiormente propositiva, ma i ragazzi di Sanibondi alla prima occasione si portano in vantaggio con Spagnolli. Sbloccato il risultato i trentini riescono a creare alcune azioni corali, mentre la formazione avversaria si affida maggiormente alle giocate dei singoli: Manica è provvidenziale, sfoderando due o tre miracoli, ma nulla può sul bolide di Soraci dalla distanza. La Calabria compie al sorpasso ad inizio della ripresa con un tiro di Costantino, che Manica tocca, ma non riesce ad allontanare. Un giro di lancette più tardi Cimino lavora un bel pallone sulla sinistra e serve sulla linea di porta Soraci, lasciato colpevolmente solo dalla difesa trentina. L’uno due avversario stordisce i trentini, che accusano il colpo e lasciano spazio ai calabri, che allungano con lo scatenato Soraci. La gara sembra ormai decisa, anche perché Manica compie ancora un paio di miracoli, ma nel finale si accende nuovamente, grazie alle reti di Deimichei e Bommassar. Proprio sulla sirena Soraci firma la personale quaterna, guadagnandosi la palma di uomo partita.

Trento – Calabria 3-5

RETI: 4’ pt Spagnolli (T), 13’ pt, 2’ st, 7’ st, 15’ st Soraci (C), 1’ st Costantino (C), 12’ st Deimichei (T), 13’ st Bommassar (T)

TRENTO: Manica (Mottes), Bommassar, Campagna, Deimichei, Girardelli, Massella, Moggio, Oss Emer, Spagnolli, Vivian, Zeni. Sel. Sanibondi

CALABRIA: De Fazio (Bonsangue), Filippelli, Crupi, Cordova, Soraci, Costantino, Lavrendi, Cimino, Arcuri, Benkhalqui, Collura. Sel. Pellegrino

ARBITRI: D’Alessandro – Capolupo di Matera

NOTE: Ammonito Massella (T)

FEMMINILE


Prima frazione di gioco che vede la selezione pugliese prendere subito in mano l’iniziativa, ma Franceschetti riesce ad anticipare un paio di volte le avversarie, salvando la porta trentina. Le ragazze di Piazza si rendono pericolose con Martina Ariu, tiro respinto da Ricchiuto, mentre la Puglia passa in vantaggio al 11’ con l’azione personale di Gallina. La partita prosegue equilibrata, anche se le occasioni da rete latitano. Ad inizio ripresa Franceschetti sfodera un altro miracolo sulla conclusione ravvicinata di Valenzano, mentre qualche minuto più tardi Benetti usa il corpo per controbattere la conclusione di Piccinno. Sul cambio di fronte Capuzzo riesce a trovare lo spazio per il tiro, deviato sul fondo da Ricchiuto. Franceschetti è nuovamente protagonista poco più tardi, quando si oppone ad Aloisi, ma nulla può al 7’ sul tocco ravvicinato di Difonzo. La Puglia chiude la pratica con un triangolo tra Difonzo e Gallina che disorienta la retroguardia trentina, allungando ulteriormente con Aloisi e Capozzi.

Trento – Puglia 0-5

RETI: 11’ pt Gallina, 7’ st, 11’ st Difonzo, 14’ st Aloisi, 16’ st Capozzi

TRENTO: Franceschetti (Rossi), Ariu F., Ariu M., Benetti, Capuzzo, Casagranda, Corradi, Fichera, Ghezzi, Pellizzari, Stenico. Sel. Piazza

PUGLIA: Ricchiuto (Narsete), Gallina, Valenzano, Buono, Leo, Difonzo, Aloisi, Lorusso, Capozzi, Carone, Piccinno. Sel. Defilippis

ARBITRI: Carella di Policoro – Capolupo di Matera (D’Alessandro di Matera cronometrista)

NOTE: Ammonita Ariu F. (T)

JUNIORES


Bastano duecento secondi alla Puglia per sbloccare il risultato con un tiro di Papa, dopo che Vivian s’era già opposto ad una conclusione avversaria. La risposta trentina, tuttavia, è immediata: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Degiampietro trova lo spazio per battere Casulli, pareggiando i conti. La gioia dei ragazzi di Montagni è però di breve durata, perché Araujo dipinge una precisa punizione sulla quale Vivian nulla può. Il portiere trentino è provvidenziale nel finale di tempo, deviando sul fondo due velenose conclusioni pugliesi. La ripresa è un’altalena di emozioni: Jaouhari e Iori regalano il controsorpasso a Trento, ma la Puglia risponde con Araujo e Papa. Degiampietro già ammonito, commette fallo a centrocampo ricevendo il secondo giallo, mentre Vivian mantiene in vita la partita parando tre tiri liberi. Nel finale Montagni tenta la carta del portiere di movimento, ma i tre punti finiscono alla Puglia.

Trento – Puglia 3-4

RETI: 4’ pt, 15’ st Papa (P), 6’ pt Degiampietro (T), 10’ pt, 13’ st Araujo (P), 5’ st Jaouhari (T), 9’ st Iori (T)

TRENTO: Vivian (Marzari), Bertagnolli, Bertella, Bortot, Cristel, Degiampietro, Iori, Jaouhari, Onzaca, Singh, Voltolini. Sel. Montagni

PUGLIA: Casulli (Strippoli), Dibenedetto, Di Candia, Lamacchia, Papa, Palmitessa, Araujo, Passiatore, Bianco, Marrioccoli, Allegretti. Sel. Mascolo

ARBITRI: Capolupo - D’Alessandro di Matera (Carella di Policoro cronometrista)

NOTE: Al 16’ st espulso Degiampietro (T) per somma di ammonizioni. Vivian para tre tiri liberi.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,719 sec.

Inserire almeno 4 caratteri