Serie C1
sabato 30 novembre 2019
CALCIO A CINQUE
Il Fiemme ferma il Trento, bolzanine in fuga
di Luca Franchini

Il Futsal Fiemme era un bivio: da una parte la vittoria della rinascita, dall’altra l’addio definitivo ai sogni di gloria. La squadra di Roberto Strazzeri ha optato per la prima strada, battendo 5-2 il Trento e agganciandolo in classifica al terzo posto.

Il Futsal Fiemme, vittorioso nel big match con il Trento
Il Futsal Fiemme, vittorioso nel big match con il Trento

Un successo pesante per i fiemmesi, a cui fa da controcanto una sconfitta altrettanto pesante per i gialloblù di mister Sordo, che vedono pericolosamente allontanarsi le prime della classe e, al tempo stesso, affievolirsi le ambizioni di salto di categoria. I punti dalla capolista Febbre Gialla, ad oggi, sono 12: vero che i bolzanini, a differenza del Trento, devono ancora osservare il turno di riposo. Vero che il Trento ha ancora a disposizione il doppio scontro diretto. Vero, altresì, che la capolista non ha ancora lasciato un punto per strada e che il gap appare difficile da colmare.

RISULTATI DELLA 10/a GIORNATA E CLASSIFICA

Intanto a raccogliere applausi è il Futsal Fiemme, che ha inflitto il primo stop stagionale in campionato agli aquilotti, imponendosi in rimonta: sotto 1-2 a fine primo tempo, la squadra di mister Roberto Strazzeri ha trovato la sperata reazione nella ripresa e si è imposta con un netto 5-2, frutto delle doppiette di Gianmoena e Sonato e del gol di Zamboni. A portare momentaneamente in vantaggio gli ospiti, invece, erano stati Wegher e Iancu.
Il Trento ora non può più sbagliare, a partire dallo scontro diretto con la Febbre Gialla in programma nella prossima giornata, la undicesima, che andrà in scena già a inizio settimana: l’appuntamento con il big match è per lunedì 2 dicembre alle 21.15 al Palazzetto di Gardolo.

La “decima” della Febbre Gialla


Dieci partite, dieci vittorie. Dieci è anche il voto che la Febbre Gialla merita per lo scoppiettante avvio di campionato, che ne ha sancito la candidatura per il grande salto in serie B. Il pur generoso e combattivo Brentonico nulla ha potuto al cospetto della capolista, che ha fatto valere la maggior qualità dei propri effettivi. È il caso del colpo di tacco con cui il sempre elegante Mirko Sommacampagna ha siglato il gol del 4-2, dopo che i brentegani erano riusciti a rispondere ai gol di Perini e Zanghi. Nella ripresa la squadra dell’altopiano è riuscita a portarsi sul 4-3, ma ha poi dovuto alzare bandiera bianca, per l’8-4 finale in favore dei gialloneri di Bolzano, a segno con Perini (2), Polinetti (2), Casarin, Garbin e i già citati Sommacampagna e Zanghi. I quattro gol del Brentonico hanno portato la firma di Federico Dalbosco, Matteo Dalbosco, Aiardi e Perenzoni.
La Febbre Gialla si è così confermata in vetta a punteggio pieno e lunedì avrà l’occasione per disfarsi della compagnia di una delle principali antagoniste, il Trento, per un match tutto da seguire.

Altopiano Paganella: ancora per un “maledetto” gol


Per una Febbre Gialla da 10, c’è un Mosaico da 9. Il campionato di serie C1 è sempre più “made in Bolzano”, con le prime due della classifica che viaggiano con un altro passo rispetto alle inseguitrici. Sul secondo gradino del podio si è confermato il Mosaico, che in campionato ha perso una sola partita. Contro chi? La Febbre Gialla, guarda caso.
Pizzardi e compagni sono riusciti a espugnare la difficile palestra di Fai della Paganella, dove la squadra di casa è uscita dal campo sconfitta per un gol, per l’ennesima volta. La quarta consecutiva. Sta ormai diventando un incubo per l’Altopiano Paganella, che nell’ordine ha ceduto il passo per una sola rete di scarto alla Febbre Gialla (4-5), al Pineta (2-1 esterno), al Comano Fiavé (4-3 fuori casa) e infine al Mosaico (4-5). Non sono bastate le doppiette del “solito” Luca Tansella e di Pittigher per piegare la resistenza dei bolzanini, che hanno risposto con il capocannoniere del torneo Pizzardi (2), Basso, Patuzzi e Stellato.

CLASSIFICA MARCATORI

Fraveggio sempre più su


Terza vittoria esterna in campionato, quinto posto in classifica e una partita da recuperare, che – se vinta – potrebbe lanciare in orbita il Fraveggio. La squadra di Vezzano ha in tasca un potenziale terzo posto, che potrebbe concretizzarsi con il nuovo anno, quando Micheletti e compagni recupereranno il match della ottava giornata con il Pineta (14 gennaio 2020).
Intanto è arrivata una nuova vittoria per la matricola terribile, che è uscita con il bottino pieno dal campo della palestra dell’Istituto Martini di Mezzolombardo. La tripletta di Sabatelli, le doppiette di Povoli e Marasciulo e i gol del rientrante Mastroiacovo e di Gasperetti hanno costretto alla resa il team rotaliano, che è riuscito a rispondere con le sole reti di Corrà, Donati, Loner, Luchin, Malfatti e Rampazzo, per il 6-9 finale. Il Mezzolombardo ora è atteso da un match di fondamentale importanza nell’economia della corsa salvezza, ovvero dallo scontro diretto con lo Jugend Neugries, mentre per il Fraveggio ci sarà l’impegno casalingo con l’Aquila Rovereto.

Orgoglio Aquila Rovereto


La serataccia vissuta a Brentonico, che ha portato alla doppia maxi squalifica di Luan ed Eder Guri, è ormai alle spalle. Una “lectio” da tenere ben presente per il resto del campionato, che per l’Aquila Rovereto è ripreso (dopo il turno di riposo) con un successo di fondamentale importanza, conquistato ai danni del Calcio Bleggio. I giudicariesi venivano da due successi consecutivi e hanno visto interrompersi la striscia positiva in terra lagarina: non sono bastati i gol di Cherotti e Marco Serafini, vanificati dalle marcature di Doda, Eljan Hoxha e Krasniqi.

L’Imperial Grumo rompe il digiuno a Fiavé


L’Imperial Grumo ha rotto un digiuno che durava da cinque giornate. Tante erano le sconfitte consecutive incassate dai rotaliani, che hanno conquistato tre punti pesantissimi su un campo storicamente difficile, quello del Comano Terme Fiavé. Oltre che a Melchiori (eroe della serata con la sua tripletta), la squadra di San Michele all’Adige si è aggrappata all’esperienza di Giovanni Borz per uscire dal “momentaccio”. Borz ha risposto con una doppietta, con Pedrotti, Simonatto e Sorrentino a completare l’opera: a Fiavé è finita 8-4 per i rotaliani, con Daniele Zambanini (ennesima doppietta), Festi ed Ersild Hoxha a segno per i locali. Purtroppo per loro, soltanto per le statistiche.

Primo squillo dello Jugend Neugries


Tanto tuonò che piovve. Alla decima giornata si è concretizzata la prima vittoria in serie C1 per lo Jugend Neugries, che ha superato 4-1 il Pineta ed è tornato in corsa per la salvezza. La matricola altoatesina aveva finora conquistato un solo punto, maturato al debutto in campionato (2-2 con il Comano Terme Fiavé). Poi otto sconfitte consecutive. Il filotto negativo è stato finalmente interrotto, con un successo anche piuttosto netto: la firma sulla “prima” è di Defina, Pigozzo, Sacco e Valentini, autori dei quattro gol con cui il fanalino di coda ha superato il Pineta, a segno con il solo Rotondo.

Lunedì e martedì si torna in campo


Giusto il tempo per riprendere fiato nel weekend e poi sarà già tempo di tornare in campo per le formazioni del campionato di serie C1, che tra lunedì e martedì daranno vita agli incontri valevoli per l'undicesima giornata del girone d'andata.

IL PROGRAMMA DELLA 11/a GIORNATA

Il match di cartello è in programma a Gardolo (ore 21.15) dove il Trento riceverà la vista della capolista imbattuta Febbre Gialla.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,109 sec.

Inserire almeno 4 caratteri