Serie B
sabato 8 febbraio 2020
CALCIO A CINQUE
Per l’Olympia una “remuntada” che sa di salvezza
di Luca Franchini

Non è stata una bella partita e le cose non si erano neppure messe bene, ma quel che contava, per l’Olympia Rovereto era vincere. A esultare, al termine dei 40 minuti di gioco, sono le “pantere” del presidente Emanuel Festini, che battono 7-4 il fanalino di coda Palmanova e mettono una seria ipoteca sulla salvezza. Ora i roveretani sono a +9 sulla “zona rossa”, ovvero sul penultimo posto in classifica del Futsal Atesina, caduto contro la big Pordenone.

L'Olympia può esultare al termine dello scontro salvezza
L'Olympia può esultare al termine dello scontro salvezza

Per la delicata sfida contro il Palmanova, mister Massimo Cristel deve rinunciare a Tenca (febbricitante), con Pupuleku richiamato all’ultimo, ma di fatto per onor di firma. Il match non spicca per vivacità: le due formazioni in campo sembrano contratte, frenate più dalla paura di perdere che dalla voglia di vincere.
A sbloccare il match è Scalet, che al 5’16” infila la palla sotto la traversa su uno schema da calcio d’angolo orchestrato dall’under 19 Matteo Cristel. I friulani accusano il colpo, ma un errore del giovane Cristel (che prova a passare in mezzo a due da “ultimo) mette Contin nelle condizioni ideali per realizzare l’1-1.
Il laterale del Palmanova, miglior marcatore del team allenato da Criscuolo, è in giornata e al 15’23” fa 2-1, capitalizzando un’altra leggerezza della squadra di casa. Matteo Cristel si riscatta e pareggia i conti sorprendendo il portiere avversario con un bel tiro dalla distanza, a precedere la doppia occasione propiziata da Scalet e Moufakir, che però non trovano la via del gol.
La trova, invece, Contin, che prima del riposo porta la contesa sul 2-3 con un tiro che passa sotto le gambe di Fratacci e supera Ceschini. Nel finale di primo tempo, Besic spreca un tiro libero, ma il 2-4 arriva comunque in apertura di ripresa: a realizzarlo, dopo la traversa colpita da Scalet, è Contin, che trova il diagonale vincente e cala il poker personale.
Quando le cose sembravano mettersi male, a togliere le castagne dal fuoco ci pensa Moufakir, che va a segno due volte nel breve volgere di pochi minuti: prima concretizzando il bel rimorchio di Fratacci sugli sviluppi di uno schema da calcio piazzato e poi con un tiro dalla distanza.
Il pubblico di casa si fa sentire e al 14’ arriva anche la rete del primo vantaggio dei locali: Scalet non si fa sorprendere da Besic, ruba palla e serve a Moufakir l’assist per il 5-4, con la sfera che passa sotto le gambe del numero 1 friulano e termina in rete.

Hassan Moufakir, autore di una tripletta
Hassan Moufakir, autore di una tripletta

Il Palmanova tenta il tutto e per tutto, giocando la carta del portiere di movimento. Ad andare a segno, due volte, è però l’Olympia: prima con un tiro del portiere Ceschini e poi con Scalet, che salta il proprio marcatore e sfodera un tiro d’esterno che bacia il palo e termina in rete: 7-4 e triplice fischio.

RISULTATI E CLASSIFICA

OLYMPIA ROVERETO – PALMANOVA 7-4


OLYMPIA ROVERETO: Ceschini (Tita), Guarda, Mat. Cristel, Zanini, Fratacci, Marisa, Moufakir, Granello, Degiampietro, Scalet, Pupuleku. Allenatore: Mas. Cristel.
PALMANOVA: Fanigliulo (D’Auria), Besic, Primo, Ruggia Jader, Dorigo, Dimarch, Contin, Sluga, Langella, Bozic, Bearzi. Allenatore: Criscuolo.
ARBITRI: Paolo Serano e Sirio Lanuti di Modena.
CRONO: Leandro Levati di Trento.
RETI: 5’16”pt Scalet (O), 5’57”pt e 15’23”pt Contin (P), 15’53”pt Mat. Cristel (O), 2’55”st Contin (P), 5’20”st, 6’49”st e 13’49”st Moufakir (O), 18’36”st Ceschini (O), 19’33”st Scalet (O).
NOTE: parziale primo tempo 2-3. Ammoniti Zanini (O), Marisa (O), Bozic (P), Sluga (P), Dimarch (P) e Besic (P).

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,125 sec.

Inserire almeno 4 caratteri