calcioa5.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie C1

Il Mezzolombardo si perde nella Pineta, il Trento lo supera

Il Mezzolombardo cade in casa contro il Pineta e conclude, quanto meno per il momento, la sua lunga cavalcata in vetta alla classifica del campionato di serie C1, ora comandata in solitaria dal Neugries, vittorioso martedì contro la Febbre Gialla.

I rotaliani perdono due posizioni in classifica in un sol colpo e adesso si trovano al terzo posto, superati anche dal Trento, che a Gardolo supera agevolmente una rimaneggiata Virtus Rovere.

Gran difesa e un Tosoni super: il Pineta espugna Mezzolombardo

Un Pineta forte in difesa e con un Tosoni quasi insuperabile sgambetta il Mezzolombardo e si propone come autorevole arbitro della corsa alla serie B, visto che nelle prossime due gare affronterà le prime due della classe, Trento e Neugries.
Nel match disputato sul campo della palestra di via Cavalleggeri, il Mezzolombardo fatica a trovare spazi in avanti durante il primo tempo, trovando di fronte a sé una formazione ben chiusa e che concede poco. La gara si sblocca con la fucilata da metà campo di Pizzardi, che colpisce la traversa interna e s'insacca alle spalle di Degasperi. Inutile assalto finale prima del riposo dei locali, che non trovano varchi per il pareggio.

Arnold Nuri, autore di una delle due reti dei rotaliani
Arnold Nuri, autore di una delle due reti dei rotaliani

Il secondo tempo inizia sotto la spinta della formazione di Ghezzer, ma i difensori della squadra avversaria, e soprattutto Tosoni, rispondono sempre presente. Le palle inattive portano all'uno/due micidiale in pochi minuti per la compagine di Cleva, che prima sigla il raddoppio grazie a una deviazione di tacco involontaria di Contreras, che beffa Degasperi, e poi cala anche il tris, firmato da Morzenti. Nuri trova finalmente il pertugio per battere Tosoni con un tiro da fuori, ma ancora Morzenti riporta a +3 gli altoatesini. Finale con i padroni di casa a provare il tutto per tutto, ma Tosoni dice “no” in più occasioni e solo Rampazzo insacca la rete che dimezza le distanze: per il Mezzolombardo arriva un ko che lo fa scivolare in terza posizione.

Il Trento sale al secondo posto

Il Trento supera con un agevole 5-1 una Virtus Rovere falcidiata dalle assenze e sale al secondo posto in classifica, rimanendo in piena corsa per il titolo.

Mirko Vivian e Bommassar, entrambi a segno per il Trento
Mirko Vivian e Bommassar, entrambi a segno per il Trento

Priva dei tre portieri in rosa e di giocatori di spessore come Barbiero, Fasanelli, Marchiori, Parisi e Ignaccolo, la squadra lagarina non riesce a contenere gli aquilotti, trascinati da Diaz Florez e Bommassar, entrambi autori di una doppietta. La quinta rete dei gialloblù è di Mirko Vivian, mentre il gol della bandiera della Virtus Rovere porta la firma di Pupuleku.
Nel prossimo turno il Trento salirà a Laives per affrontare il Pineta, fresco vincitore in casa del Mezzolombardo. Quest’ultimo sarà invece impegnato sul “minato” di Fiavé contro il Calcio Bleggio, mentre il Neugries giocherà in trasferta, atteso alla Don Milani di Rovereto dalla Virtus Rovere.

L’Imperial Grumo è salvo, Arco in serie C2

L’Imperial Grumo vince ad Arco e conquista la matematica permanenza in categoria, condannando l’avversaria di giornata alla retrocessione con due turni d’anticipo. La squadra di San Michele all’Adige centra la quinta vittoria consecutiva e può stappare lo spumante: ad Arco finisce 11-8 in favore dell’Imperial, a segno con Melchiori (4), Panizza (2), Scivittaro (2) e Simonatto (2). I padroni di casa, che per l’importante sfida ritrovano alcune pedine importanti, rispondono con Id El Kaid (3), Tonini (2), Fezzi, Frias e Morandi, ma non basta.
Nell’altro match in programma ieri sera, a chiusura del programma della terzultima giornata del massimo campionato regionale, successo per il Brentonico, che supera 5-3 il Cus Trento. A caricarsi la squadra sulle spalle è l’esperto e talentuoso Antonio Calabrò, che sigla una doppietta e spiana la strada verso la vittoria alla sua squadra. Di Aiardi, Viesi e Zeni le altre tre marcature della formazione dell’altopiano, mentre le reti del Cus sono di Mondin, Vaia e Vettorazzi.
Detto della retrocessione dell’Arco, la seconda squadra che dovrà scendere in serie C2 uscirà dal confronto della sfida dei playout tra penultima e terzultima in classifica: lo spareggio-salvezza vedrà impegnate due tra Cles, Cus Trento e Febbre Gialla.

RISULTATI DELLA GIORNATA, MARCATORI E CLASSIFICA

Servizio a cura di Luca Franchini e Cristiano Caracristi

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,969 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video