calcioa5.sportrentino.it
SporTrentino.it
Serie C2

L’Altavalsugana torna a sperare, Judicaria e Besenello salvi

Con il Brentonico già promosso in serie C2, con due turni d’anticipo, nel campionato di serie C2 l’attenzione si sposta sulla sfida per i playoff e per la salvezza, dove la lotta è ancora serrata.
La Virtus Rovere, forte di 14 punti di margine sulla quinta classificata, si è già garantita il pass per la finale playoff, in cui affronterà una tra Gnu Team Ala e Fraveggio.

La Virtus Rovere, già qualificata per la finale playoff
La Virtus Rovere, già qualificata per la finale playoff

Le due, terza e quarta della graduatoria, sono attualmente distanziate di 7 punti, un margine che la squadra della Valle dei Laghi dovrà cercare di ridurre per garantirsi la possibilità di disputare gli spareggi promozione, quando manca un solo turno al termine della stagione regolare.
Qualora il distacco dovesse rimanere immutato, anche lo Gnu Team Ala andrebbe diretto alla finale playoff e si giocherebbe la promozione in C1 con la Virtus Rovere. Quest’ultima, nell’ultima giornata, ha battuto di misura il Levico Terme grazie alle reti di Bolner, Galvagni e Michele Parisi, a vanificare la doppietta di Prati.
Lo Gnu Team Ala, invece, è caduto (7-4) sul campo della capolista Brentonico, trascinata da Thomas Perenzoni (tripletta). Il risultato ha ridato speranza al Fraveggio, che ha accorciato le distanze nei confronti della formazione alense battendo 7-3 l’Ortigaralefre (da segnalare le doppiette di Pedrotti e Corona).

Festa salvezza per Judicaria e Besenello

Judicaria e Besenello hanno brindato alla salvezza venerdì sera davanti al loro pubblico. I tionesi si sono garantiti la matematica permanenza in serie C2 conquistando il bottino pieno nello scontro diretto con l’Aquila Rovereto, battuta 6-5 per effetto delle marcature di Paolo Rivani (3), Artini, Baxhellari e Rossi, mentre il Besenello ha conquistato i 3 punti decisivi superando 7-2 la Virtus Trento, con Roveda nei panni del “man of the match”, autore di cinque reti.
Serata positiva anche per il Cembra, vittorioso a Fiavé (9-7 con poker di Fattori, tris di Nardin e “doppia” di Zuccolli).

In coda è ancora lotta aperta

Al termine della stagione regolare saranno due le retrocessioni dirette in serie D, destino che toccherà alle ultime due della classifica, mentre terzultima e quartultima si giocheranno la salvezza nello scontro diretto dei playout, sempre che tra le due non ci siano 7 o più punti di distacco a fine campionato.
La vittoria sull’Avio (8-4 con Segatta in grande spolvero, a segno quattro volte) ha permesso al fanalino di coda Altavalsugana di agganciare il Levico Terme a quota 18 punti e di portarsi a -2 dall’Aquila Rovereto, terzultima della graduatoria. Le due squadre si affronteranno venerdì prossimo nell’ultimo match di campionato e, in caso di successo, i valsuganotti supererebbero in classifica l’avversaria di giornata, con la possibilità di giocarsi la permanenza in C2 ai playout.
Molto dipenderà anche dal risultato del Levico Terme nella sfida con il Besenello e non è da escludere che per decretare la seconda retrocessione diretta non si debba ricorrere a uno spareggio (possibile derby Levico-Altavalsugana). Questo potrebbe materializzarsi solamente qualora l’Aquila Rovereto dovesse perdere l’ultima partita della stagione regolare, altrimenti a scendere in serie D sarebbero le due formazioni valsuganotte.
La Virtus Trento, invece, è già sicura di dover partecipare ai playout, che decreteranno la terza retrocessione. Rimane soltanto da capire quale sarà l’avversaria dei trentini nello scontro salvezza.

RISULTATI, MARCATORI E CLASSIFICA

Autore
Luca Franchini
© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,531 sec.

Classifica

Notizie

Foto e Video